Trasformazioni politiche ed equilibri internazionali ai temi del COVID

In occasione dell’uscita del nuovo numero della rivista Nuovi Autoritarismi e Democrazie, la Redazione NAD vi invita giovedì 16 luglio alle ore 15,00 al webinar Trasformazioni politiche ed equilibri internazionali ai tempi del COVID. L’incontro sarà trasmesso sulla piattaforma Microsoft Teams al link https://bit.ly/38hKOqD e sarà visibile in diretta Facebook Live sulla pagina NAD – Osservatorio su Nuovi Autoritarismi e Democrazie (@osservatorionad).

Presenterà il progetto Angela Di Gregorio, direttore della Rivista. Interverranno sui temi della rivista: Alessandro Colombo (Equilibri internazionali), Rosita Di Peri (Medio Oriente), Raffaele Nocera (America Latina), Cristiana Fiamingo (Africa), Alessandro Vitale (Russia), Simone Dossi (Cina). Interverranno per l’Osservatorio COVID: Laura Alessandra Nocera (Brasile), Sara Zanotta (Algeria), Andrea Haidar (Iran), Mattero D’Avanzo (Israele). Modera: Elisa Giunchi, vicedirettore della Rivista.

Pubblicato in EVENTI | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Trasformazioni politiche ed equilibri internazionali ai temi del COVID

Vol.2 No.1 2020 – Rivista “Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritti, Istituzioni e Società” (NAD-DIS)

Disponibile ora il nuovo numero della Rivista della Università degli Studi di Milano Nuovi Autoritarismi e Democrazie – Diritti, Istituzioni e Società (NAD-DIS), affiliata a NAD – Osservatorio su Nuovi Autoritarismi e Democrazie.

Il Vol.2 No.1 del 2020, accanto alla classica sezione dedicata ai Saggi e alle Recensioni, propone la Sezione Speciale – La Riforma Costituzionale russa del 2020 e l’Osservatorio Covid – Il Mondo e la lotta alla pandemia da COVID-19: 335 pagine di puro approfondimento con Autori di grande competenza scientifica. La rivista è disponibile al seguente link:

https://riviste.unimi.it/index.php/NAD/issue/view/1517

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Vol.2 No.1 2020 – Rivista “Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritti, Istituzioni e Società” (NAD-DIS)

Libertà Accademica – Proteggiamola

La Redazione NAD in collaborazione con la rete Scholars at Risk vi segnala il seguente evento (link per la registrazione su Zoom: https://unipd.zoom.us/meeting/register/tJUscOuvqzsjHt3n68Z11MayTRzdXE6T3arR)

Raising awareness of academic freedom – An online event by Scholars at Risk Italy with students from the University of Padova

An online event is organized to support a petition on behalf Dr. Ahmadreza Djalali and Dr. Niloufar Bayani, two Iranian scholars who are facing unjust restrictions and imprisonment in Iran and have been sentenced to death.

The panel will feature Senator Luigi Manconi (founder of A Buon Diritto Onlus) and Annunziata Marinari (Amnesty International Italia) as respondents. The Vice-rector of the University of Padova, Alessandro Paccagnella, will welcome participants.

Planned in the framework of the first Advocacy Seminar on Academic Freedom held at the University of Padua (March-June 2020), this event is organized by students of the ‘European and Global Studies’ Master Degree.

When: June 30, 17 to 18.30
The event is open to all interested parties and will be held in Italian, on Zoom
Here the link to register for the event.

The Advocacy Seminar on Academic Freedom promotes the mission and values of Scholars at Risk (SAR), an international network of over 500 academic institutions from 40 different countries, including Italy, that raises awareness to promote academic freedom worldwide. The University of Padova is part of the SAR network, and, in cooperation with the University of Trento, oversees the coordination of the Italian Section of SAR.

Pubblicato in EVENTI, SAR - Scholars At Risk | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Libertà Accademica – Proteggiamola

The Future of Politics, Power and People

La Redazione NAD consiglia i corsi The future of Politics, Power and People, online dal 29 giugno al 20 luglio, finalizzati alla gestione e allo studio dello scenario internazionale nel futuro post-COVID19. Per iscriversi e seguire il corso, cliccare sul link: https://courses.complexity.university/the-future-of-people-power-politics.

Pubblicato in EVENTI | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su The Future of Politics, Power and People

Environmental Sustainability in the European Union

La Redazione di NAD vi invita a partecipare al presentazione del libro Environmental Sustainability in the European Union: Socio-Legal Perspectives, a cura di Serena Baldin e Sara De Vido per EUT – Edizioni Università di Trieste. La presentazione avverrà online giovedì 2 luglio alle ore 17,30 sulla piattaforma Microsoft Teams (link per accedere: https://bit.ly/eut_videoconferenza2luglio20).

Interverranno: Serena Baldin, Sara De Vido, Silvia Bagni, Roberto Louvin, Yumiko Nakanishi, Stefania Troiano, Morena Zago e Giuseppe Ieraci.

Pubblicato in EVENTI | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Environmental Sustainability in the European Union

MALIAN POLITICS IN THE TIME OF COVID-19: FROM THE PARLIAMENTARY ELECTION TO THE ISLAMISATION OF THE CONTESTATION

LA POLITICA IN MALI AL TEMPO DEL COVID-19: DALLE ELEZIONI LEGISLATIVE ALL’ISLAMIZZAZIONE DELLA CONTESTAZIONE

di Sara Zanotta*

On 25th March 2020, the Malian President Ibrahim Boubacar Keïta officially announced the first two cases of COVID-19 in the country. Almost three months later, on 15th June, Mali counted 1,809 Coronavirus cases and 104 deaths. These figures need to be put in context, taking into account the country’s instability, tensions, poverty and its endemic corruption, which has severely affected public services, among which the health system. In addition, after the outbreak of the pandemic, the country held the two rounds of the legislative election, initially scheduled in 2018 and then postponed due to security threats, and saw the emergence of an opposition movement, Mouvement du 5 Juin – Rassemblement des forces patriotiques du Mali, led by the prominent imam Mahmoud Dicko who asks for the resignation of the President. Continua a leggere

Pubblicato in AFRICA, CORONAVIRUS EMERGENCE, MALI | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su MALIAN POLITICS IN THE TIME OF COVID-19: FROM THE PARLIAMENTARY ELECTION TO THE ISLAMISATION OF THE CONTESTATION

Presentazione libro – “Per non perdere l’umanità” di Enrico Landoni

La Redazione di NAD vi invita a seguire in diretta Facebook la presentazione del libro “Per non perdere l’umanità. Un ricostruzione storica della questione Nord-Sud” di Enrico Landoni (Mimesis, Milano, 2020). L’appuntamento è giovedì 25 giugno alle 17,30 sul sito www.fondazionecraxi.org.

Interverranno:

Giovanni Orsina, Lucia Capuzzi, Stefania Craxi, Massimo De Giuseppe, Agostino Giovagnoli, Lia Quartapelle, Nicola Carnovale.

Pubblicato in EVENTI | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Presentazione libro – “Per non perdere l’umanità” di Enrico Landoni

Scholarship at Universitat Autonoma de Barcelonaat

La Redazione NAD segnala l’opportunità di una borsa di studio per studentesse e ricercatrici rifugiate presso l’Universitat Autonoma de Barcelonaat. Continua a leggere

Pubblicato in SAR - Scholars At Risk | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su Scholarship at Universitat Autonoma de Barcelonaat

Aggiornamento su Rivista NAD

La Redazione dell’Osservatorio NAD aggiorna tutti gli utenti che la Rivista Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritti, Istituzioni e Società (NAD-DIS) è ora indicizzata in ERIH plus ed è consultabile al link https://dbh.nsd.uib.no/publiseringskanaler/erihplus/periodical/info?id=498879 

Con l’occasione, Vi ricordiamo che l’uscita del prossimo numero della Rivista è prevista per il primo luglio 2020 e che è già disponibile un’anteprima di alcuni contributi online.

Pubblicato in QUICK NEWS | Commenti disabilitati su Aggiornamento su Rivista NAD

Call for Papers & Job Opportunities – 16 giugno 2020

La Redazione di NAD aggiorna i lettori su una serie di Call for Papers per convegni e opportunità lavorative. Si invita a consultare i link di riferimento. Continua a leggere

Pubblicato in CALL FOR PROPOSALS | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Call for Papers & Job Opportunities – 16 giugno 2020

Spotlight – 16 giugno 2020

Condividiamo di seguito una serie di opportunità che provengono dalla Newsletter della rete italiana Scholars At Risk – SAR.

Continua a leggere

Pubblicato in SAR - Scholars At Risk | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Spotlight – 16 giugno 2020

I Balcani occidentali nell’Unione europea: è ancora un’opportunità?

Per il ciclo “Il futuro dell’Unione Europea: alcune riflessioni sparse”, Vi invitiamo a seguire martedì 16 giugno alle ore 17,30 il Seminario online su Microsoft Teams (link in locandina).

Interverranno: Ivan Ingravallo, Nicola Minasi, Jens Woelk, Laura Montanari.

Pubblicato in EVENTI | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su I Balcani occidentali nell’Unione europea: è ancora un’opportunità?

Nel mio Brasile non posso respirare

Testimonianza di Frei Betto, teologo, scrittore e politico brasiliano, che nel 2003-2004 è stato consulente speciale del presidente Lula e coordinatore della mobilitazione sociale del Programma Fame Zero.

L’articolo, pubblicato originariamente su Folha de S. Paulo, è stato pubblicato su Avvenire il 10 giugno 2020 in una traduzione italiana curata da Solidarius Italia

(Fonte: https://www.avvenire.it/mondo/pagine/nel-mio-brasile-non-posso-respirare) Continua a leggere

Pubblicato in QUICK NEWS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Nel mio Brasile non posso respirare

I sistemi sanitari e assistenziali alla prova di emergenza. Una prospettiva comparata.

Si segnala il webinar di DPCE online I sistemi sanitari e assistenziali alla prova di emergenza. Una prospettiva comparata.

L’evento si terrà online il 15 giugno 2020 dalle ore 14,30 alle ore 17,30. Per informazioni e registrazione: www.unibocconi.it/eventi

Interverranno: Giuseppe Franco Ferrari (Università Bocconi), Susanna Mancini (Università di Bologna), Laura Montanari (Università degli Studi di Udine), Stefano Civitarese Matteucci (Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio” Chieti-Pescara), Edmondo Mostacci (Università degli Studi di Genova), Jens Woelk (Università degli Studi di Trento), Angela Di Gregorio (Università degli Studi di Milano), Maria Paola Viviani Schlein (Università degli Studi dell’Insubria), Ubaldo Villani-Lubelli (Università del Salento), Inigo Del Guayo Castiella (Universidad de Almeria), Nicola Pasini (Università degli Studi di Milano).

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, EVENTI | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su I sistemi sanitari e assistenziali alla prova di emergenza. Una prospettiva comparata.

Friendship as a Political Concept: Kurdish Youth Politics in the 1990s

L’Osservatorio NAD vi invita a seguire il seminario Friendship as a Political Concept: Kurdish Youth Politics in the 1990s  con la dr. Delal Aydin, SAR research fellow at SNS/COSMOS. Continua a leggere

Pubblicato in EVENTI, SAR - Scholars At Risk | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Friendship as a Political Concept: Kurdish Youth Politics in the 1990s

USA ON FIRE: THE PROTEST FOR GEORGE FLOYD’S MURDER MOVES IN FRONT OF THE WHITE HOUSE

USA IN FIAMME: LA PROTESTA PER L’ASSASSINIO DI GEORGE FLOYD SI MUOVE DI FRONTE ALLA CASA BIANCA

The reflection on George Floyd’s murder by a white police officer moves in front of the White House, but it moves also beyond the question of race in the United States to underline the question of success through the color line from the Sixties up today, and how politicians try to defend their privileges.

di Marco Sioli[1] 

La grande manifestazione del 5 giugno 2020 a Washington D.C. di fronte alla Casa Bianca, circondata per l’occasione da un’alta barriera metallica simile al muro in costruzione al confine con il Messico, impone una riflessione profonda sullo stato delle cose nella democrazia americana. La recinzione, fatta erigere in fretta e furia dal presidente Donald Trump, segna una frattura storica tra i cittadini e le istituzioni, tra la piazza e la politica che teme la folla, mob in americano, dal latino mobile vulgus. Continua a leggere

Pubblicato in STATI UNITI D'AMERICA | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su USA ON FIRE: THE PROTEST FOR GEORGE FLOYD’S MURDER MOVES IN FRONT OF THE WHITE HOUSE

Call for Papers & Job Opportunities – 15 maggio 2020

La Redazione di NAD aggiorna i lettori su una serie di Call for Papers per convegni e opportunità lavorative. Si invita a consultare i link di riferimento. Continua a leggere

Pubblicato in CALL FOR PROPOSALS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Call for Papers & Job Opportunities – 15 maggio 2020

Spotlight – 15 maggio 2020

Condividiamo di seguito una serie di opportunità che provengono dalla Newsletter della rete italiana Scholars At Risk – SAR. Continua a leggere

Pubblicato in SAR - Scholars At Risk | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Spotlight – 15 maggio 2020

L’estrazione del litio minaccia il deserto salato del Cile

“I paesi che comprano il litio dovrebbero capire che se nel deserto non ci sarà più acqua, per noi sarà la morte”, dice nel video Sonya Ramos, leader indigena e attivista cilena. “Qui non c’è solo energia, stiamo combattendo per la nostra vita”. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Cile, QUICK NEWS | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su L’estrazione del litio minaccia il deserto salato del Cile

LIBYA: HUMANITARIAN EMERGENCY WORSENS AMID CORONAVIRUS AND CIVIL WAR

LIBIA: TRA CORONAVIRUS E GUERRA CIVILE CRESCE L’EMERGENZA UMANITARIA

di Luca Zanchi*

Mentre gran parte della popolazione mondiale è costretta a misure di distanziamento sociale e prolungati lockdown, la Libia continua ad essere teatro di grande irrequietezza interna, risultato della crisi politico-istituzionale (e identitaria) che affligge il Paese da quasi un decennio. Continua a leggere

Pubblicato in AFRICA, CORONAVIRUS EMERGENCE, LIBIA | Contrassegnato , , , , , , | Commenti disabilitati su LIBYA: HUMANITARIAN EMERGENCY WORSENS AMID CORONAVIRUS AND CIVIL WAR

Framing Covid-19 in Nepal

di Michael Hutt

(Articolo pubblicato il 21.04.2020 su SOAS – South Asia Notes – University of London; testo integrale al link: https://blogs.soas.ac.uk/ssai-notes/2020/04/21/framing-covid-19-in-nepal-by-michael-hutt/) Continua a leggere

Pubblicato in ASIA, CORONAVIRUS EMERGENCE, QUICK NEWS | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Framing Covid-19 in Nepal

Israel’s Latest Highway to Apartheid

Editoriale di Haretz. Fonte: https://www.haaretz.com/opinion/editorial/israel-s-latest-highway-to-apartheid-1.8661578

While the public’s attention is focused on the coronavirus and the endless attempts to form a government, “life itself” continues as usual: Israel has started planning a new road in the West Bank that Defense Minister Naftali Bennett has already nicknamed “the sovereignty road.” Continua a leggere

Pubblicato in MEDIO ORIENTE, QUICK NEWS | Commenti disabilitati su Israel’s Latest Highway to Apartheid

HIRAK BEHIND CLOSED DOORS. THE EVOLUTION OF ALGERIAN PROTEST MOVEMENT WHILE FACING CORONAVIRUS

L’HIRAK “A PORTE CHIUSE”. L’EVOLUZIONE DEL MOVIMENTO DI PROTESTA ALGERINO DI FRONTE AL CORONAVIRUS

Di Sara Zanotta1

“A huis clos !” – “A porte chiuse!” – è con queste parole condivise da un manifestante algerino sui social network che si può descrivere la recente evoluzione dell’hirak, il movimento di protesta che ha caratterizzato l’Algeria per tutto il 2019, chiedendo un cambiamento in senso democratico del paese. Per 56 venerdì consecutivi dal 16 febbraio 2019, giorno che segna ufficialmente la nascita dell’hirak, per tredici mesi, ogni settimana grandi folle di manifestanti hanno percorso pacificamente le strade algerine. E avrebbero continuato se solo non avessero trovato lungo il loro tragitto un grande ostacolo, la diffusione della pandemia causata dal SARS-CoV-2. L’Algeria, che al momento della scrittura di questo articolo (18/04/2020) conta 2418 casi confermati, è uno dei paesi più colpiti d’Africa e, di fronte a questa grave situazione, il governo, seguendo la linea di numerosi altri paesi, sia democratici che non, ha dovuto adottare una serie di misure che limitassero al minimo gli assembramenti. Di conseguenza, anche l’hirak ha dovuto trovare un modo per reinventarsi, in maniera tale da non correre il rischio di estinguersi e al tempo stesso per cercare di sfruttare questo ostacolo a proprio vantaggio, con lo sviluppo di una crisi sanitaria ed economica che potrebbe ulteriormente indebolire il regime.

Continua a leggere

Pubblicato in AFRICA, ALGERIA, CORONAVIRUS EMERGENCE | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su HIRAK BEHIND CLOSED DOORS. THE EVOLUTION OF ALGERIAN PROTEST MOVEMENT WHILE FACING CORONAVIRUS

Russia- Comparative Covid Law – scheda di Angela Di Gregorio

La prof.ssa Angela Di Gregorio (Dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici dell’Università degli Studi di Milano) fa il punto della situazione sulla Russia nell’emergenza Covid-19. Il filmato è visibile al link: http://www.dpce.it/russia-comparative-covid-law-scheda-di-angela-di-gregorio.html?fbclid=IwAR264b3AaOYpkQhbHmOOmjZcTPkc0F93l-BFVM-bjQ_vjFsLLIcI8zSuiDs

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, RUSSIA | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su Russia- Comparative Covid Law – scheda di Angela Di Gregorio

Hong Kong: Diversi capi del movimento democratico sono stati arrestati dalla polizia

A Hongkong, plusieurs piliers du mouvement démocratique arrêtés par la police Quatorze personnes, parmi lesquelles des avocats militant en faveur des droits de l’homme, ont été interpellées. Les chefs d’accusation et les peines encourues seront connus le 19 mai. Par Florence de Changy   (Publié en Le Monde, le 18 avril 2020, https://www.lemonde.fr/international/article/2020/04/18/a-hongkong-plusieurs-piliers-du-mouvement-democratique-arretes-par-la-police_6037041_3210.html)

Pubblicato in CINA, QUICK NEWS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Hong Kong: Diversi capi del movimento democratico sono stati arrestati dalla polizia

COVID-19 IN BRASIL: BOLSONARO DENIES THE RISK OF A PANDEMIC FLU. CONFLICTS BETWEEN GOVERNMENT AND COURTS ARE ONGOING FOR A NORMATIVE PLAN IN ORDER TO CONTAIN THE EPIDEMIA

L’EMERGENZA COVID-19 IN BRASILE: BOLSONARO NEGA IL RISCHIO DI PANDEMIA. SI APRONO SCENARI DI CONFLITTO TRA ESECUTIVO E GIUDICI PER UN PROGRAMMA DI PROVVEDIMENTI IN GRADO DI CONTENERE LA DIFFUSIONE DEL VIRUS.

di Laura Alessandra Nocera*

Nel clima internazionale di contenimento dellepidemia da Covid-19, in ottemperanza alle prescrizioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il Presidente della Repubblica Federale brasiliana, Jair Bolsonaro, si è distinto per un atteggiamento in parziale contro-tendenza e, soprattutto, in contrasto con le disposizioni contenitive messe in atto da tutti gli altri paesi. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Brasile, CORONAVIRUS EMERGENCE | Contrassegnato , , , , , , , | Commenti disabilitati su COVID-19 IN BRASIL: BOLSONARO DENIES THE RISK OF A PANDEMIC FLU. CONFLICTS BETWEEN GOVERNMENT AND COURTS ARE ONGOING FOR A NORMATIVE PLAN IN ORDER TO CONTAIN THE EPIDEMIA

Mutual Aid and Solidarity in Iran during the COVID-19 Pandemic

di Mazyaar Ghiabi

(articolo pubblicato su Middle East Report Online, April 17, 2020, e consultabile in originale al link https://merip.org/2020/04/mutual-aid-and-solidarity-in-iran-during-the-covid-19-pandemic/)

In a remote village in central Iran, a man in his seventies fell sick and, after a few days, died. A witty and well-known figure in the otherwise isolated plateau located around 62 miles south of Qom, he had “preexisting cardiovascular problems and was overweight,” but people in the community whispered that “it was coronavirus [korona] that had taken away his life.” Fewer people than usual showed up at his funeral. The entourage, including his closest kin, sat over 6 feet apart from each other and wore masks and gloves “out of the fear that the virus had reached this forgotten land.” The dead man’s nephew recalled: “I’ve never seen a funeral like this. It was so civilized, it seemed we were in the West.”[1] Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, MEDIO ORIENTE, QUICK NEWS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Mutual Aid and Solidarity in Iran during the COVID-19 Pandemic

Call for Proposals (April 16, 2020)

Resource Spotlight: Online Teaching

To support engaging and effective online teaching in these times, the Association of College and University Educators offers a helpful online teaching toolkit with guidance on how to foster quality discussions, record effective microlectures, and create engaging assignments here. In addition, the European Association of Distance Teaching Universities has compiled an overview of its members’ resources on online teaching here. Continua a leggere

Pubblicato in CALL FOR PROPOSALS | Commenti disabilitati su Call for Proposals (April 16, 2020)

CORONAVIRUS IN LEBANON: AN OCCASION FOR THE TRADITIONAL PARTIES?

CORONAVIRUS IN LIBANO: UN’OCCASIONE PER I PARTITI TRADIZIONALI?

di Andrea Haidar*

I casi di Coronavirus in Libano continuano a salire. Secondo quanto riportato dal Ministero della Salute libanese in data 10 aprile, sarebbero 609 i contagiati, mentre il numero dei decessi si aggirerebbe intorno a 20. Numeri per ora limitati, che il sistema sanitario statale potrebbe però presto non essere più in grado di gestire. Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, MEDIO ORIENTE | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su CORONAVIRUS IN LEBANON: AN OCCASION FOR THE TRADITIONAL PARTIES?

PRESIDENTIAL ELECTIONS IN POLAND DURING THE CORONOVIRUS CRISIS

ELEZIONI PRESIDENZIALI FORZATE IN POLONIA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

di Jan Sawicki*



In tempo di pandemia, una delle prime decisioni di quasi tutti gli ordinamenti almeno formalmente democratici è quella di sospendere i procedimenti elettorali o referendari e rinviarli a dopo che l’emergenza sia cessata, o almeno sia tenuta in parte sotto controllo. Questo è il caso persino dell’Ungheria, il cui tasso di democraticità secondo canoni riconosciuti è sempre più messo in discussione ovunque. Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale, Polonia | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su PRESIDENTIAL ELECTIONS IN POLAND DURING THE CORONOVIRUS CRISIS

GOVERNMMENT DECISION RESTRICTING MOVEMENT RULED UNCONSTITUTIONAL

The Constitutional Court has ruled unanimously that the government’s decision to restrict citizens’ freedom of movement during the coronavirus pandemic violates the Kosovo Constitution, announcing that the decision will be repealed on April 13. 

By Jack Robinson and Eve-Ann Travers 

(Fonte: https://prishtinainsight.com/government-decision-restricting-movement-ruled-unconstitutional/)

Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, QUICK NEWS | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su GOVERNMMENT DECISION RESTRICTING MOVEMENT RULED UNCONSTITUTIONAL

CHINA’S OPPORTUNITIES IN THE INTERNATIONAL CORONAVIRUS SOLIDARITY

LE OPPORTUNITA’ DELLA CINA NELLA SOLIDARIETA’ INTERNAZIONALE PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS

di Shawn Guidi[1]

The recent wave of solidarity from the People’s Republic of China is certainly a symptom of mutual gratitude in the fight against Sars-Cov-2. The Asian country can however take the opportunity to strengthen its image and the long-term projects started with the Belt and Road Initiative, especially the ones regarding the development of the 5G network. Continua a leggere

Pubblicato in CINA, CORONAVIRUS EMERGENCE | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su CHINA’S OPPORTUNITIES IN THE INTERNATIONAL CORONAVIRUS SOLIDARITY

PANDEMICS AS AN INSTRUMENT FOR THE RECONFIGURATION OF A NEW WORLD ORDER

CALL FOR BOOK CHAPTERS GLOBAL THINKING COLLECTION

EDICIONES UCC

COVID-19 is a variety of the known coronavirus that is having a great impact on the world. Its consequences are still unpredictable on different levels, but it is certain that humanity is going to be advocated to rethink much of it grounds and purposes. On this basis, countries around the world have the actual need to propose global solutions to the ongoing crisis that may be effective only if they are thought collectively, not within boundaries that keep on isolating us and privileging the individual over the community. Continua a leggere

Pubblicato in CALL FOR PROPOSALS, CORONAVIRUS EMERGENCE | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su PANDEMICS AS AN INSTRUMENT FOR THE RECONFIGURATION OF A NEW WORLD ORDER

LAS PANDEMIAS COMO INSTRUMENTO RECONFIGURADOR DE UN NUEVO ORDEN MUNDIAL

CONVOCATORIA PARA CAPÍTULOS DE LIBRO EN LA COLECCIÓN PENSAMIENTO GLOBAL DE EDICIONES UCC

La pandemia del COVID-19 es una de las variantes del coronavirus que más ha impactado a nivel mundial. Sus consecuencias serán de tal magnitud en distintos órdenes, que la humanidad deberá repensar muchos de sus ideales y propósitos e, incluso, replantear soluciones globales efectivas, pues las condiciones están dadas, no para la actuación individual y solitaria de los países, sino para una profundización del trabajo solidario. Continua a leggere

Pubblicato in CALL FOR PROPOSALS, CORONAVIRUS EMERGENCE | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su LAS PANDEMIAS COMO INSTRUMENTO RECONFIGURADOR DE UN NUEVO ORDEN MUNDIAL

COVID-19 IN HUNGARY: PROBLEMS ABOUT AN HYPOTHETICAL “KORONADIKTATURA”

L’Ungheria e i pieni poteri a Orbán. Aspetti problematici di una possibile “Koronadiktatúra”.

di Jan Sawicki1 Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Ungheria | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su COVID-19 IN HUNGARY: PROBLEMS ABOUT AN HYPOTHETICAL “KORONADIKTATURA”

THE CORONAVIRUS DISEASE (COVID-19) OUTBREAK IN EUROPE. THE EMERGENCY MEASURES ADOPTED IN THE CZECH REPUBLIC

On March 12, 2020 the Government of the Czech Republic declared the state of emergency, due to the outbreak of the Coronavirus disease (Covid-19). The Government has so far introduced a series of measures in order to prevent the spread of the Covid-19 and to support people affected by the economic and health crisis.

di Arianna Angeli*

Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, Repubblica ceca | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su THE CORONAVIRUS DISEASE (COVID-19) OUTBREAK IN EUROPE. THE EMERGENCY MEASURES ADOPTED IN THE CZECH REPUBLIC

COVID-19 IN HUNGARY. NATIONAL ASSEMBLY AUTHORIZES GOVERNMENT TO RULE BY DECREE.

L’emergenza Covid-19 in Ungheria. Proclamato lo stato di pericolo. Il Parlamento conferisce poteri eccezionali al Governo

As the coronavirus spreads across Hungary, the state of danger has been declared. Hungarian National Assembly authorizes Government to rule by decree. Political oppositions fiercely criticize and warn against the risk of dictatorship.

di Cristiano Preiner1

Lo stato di pericolo

Dallo scorso 11 marzo è ufficialmente in vigore in Ungheria lo stato di pericolo (veszélyhelyzet). Per far fronte alla diffusione del Covid-19, manifestatosi per la prima volta nel paese il 4 marzo con il contagio di due studenti iraniani, il Governo ha fatto ricorso ai poteri eccezionali che la Costituzione prevede in diverse fattispecie. Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Ungheria | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su COVID-19 IN HUNGARY. NATIONAL ASSEMBLY AUTHORIZES GOVERNMENT TO RULE BY DECREE.

Coronavirus: Special Powers Granted to Gov’t to Fight Pandemic

Lawmakers on Monday passed a bill aimed at extending a state of emergency and granting the government special powers to take extraordinary measures to contain the spread of novel coronavirus. Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, QUICK NEWS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Coronavirus: Special Powers Granted to Gov’t to Fight Pandemic

Covid-19: Storie virali. L’insostenibile leggerezza del capitalismo per la nostra salute

Condividiamo, di seguito, il link dove è possibile leggere in esclusiva la traduzione italiana dell’articolo della sociologa Eva Illouz, apparso su Nouvel Obsertaveur il 23 marzo 2020.  La traduzione italiana è reperibile alla sezione Storie Virali dell’Atlante Treccani in: http://www.treccani.it/magazine/atlante/cultura/L_insostenibile_leggerezza_del_capitalismo.html.

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, QUICK NEWS | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Covid-19: Storie virali. L’insostenibile leggerezza del capitalismo per la nostra salute

Covid-19: Corona proactivity in Tunisia, trivialisation in Egypt

di Sofian Philip Naceur

Healthcare systems in Tunisia and Egypt are in a catastrophic state. The governmental response to the crisis in both nations could not be more different. Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, QUICK NEWS | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Covid-19: Corona proactivity in Tunisia, trivialisation in Egypt

Covid-19: Syriaʹs crisis within a crisis – coronavirus could hit hard

di Anna Fleischer

The corona pandemic has reached Syria. Why the virus could hit the country extremely hard and above all endanger those imprisoned. Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, QUICK NEWS | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Covid-19: Syriaʹs crisis within a crisis – coronavirus could hit hard

COVID-19 across the Islamic world – Fighting shy of coronavirus

Coronavirus continues unabated. Iran remains a hub of infection, war-torn Syria has recorded its first case and Yemen is bracing itself for the worst. Here’s the latest from across the region. Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, QUICK NEWS | Contrassegnato , , , , , , , | Commenti disabilitati su COVID-19 across the Islamic world – Fighting shy of coronavirus

COVID-19 IN RUSSIA: PRESIDENT PUTIN ADDRESSES TO THE NATION

In Russia, il Presidente Putin si rivolge alla nazione spiegando le misure restrittive adottate per il contenimento dell’emergenza Coronavirus sul territorio russo. 

Di seguito, il discorso integrale di Putin in lingua inglese: Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, RUSSIA | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su COVID-19 IN RUSSIA: PRESIDENT PUTIN ADDRESSES TO THE NATION

COVID-19: LATIN AMERICA IN ALERT TO FACE THE SANITARY EMERGENCE

Quasi tutti gli Stati latino-americani hanno dichiarato l’emergenza nazionale con l’adozione di drastiche misure eccezionali per far fronte alla minaccia del Covid-19. Una panoramica della situazione attuale.

di Laura Alessandra Nocera*

L’emergenza Coronavirus ha messo in allerta gli Stati dell’America latina, che sono ricorsi immediatamente a misure restrittive per limitare gli ingressi di cittadini europei, cinesi e statunitensi all’interno dei propri confini nazionali. Ovunque nel subcontinente latino-americano, l’emergenza ha coinciso con la fine delle vacanze estive e l’apertura delle scuole, determinando la decisione da parte di tutti i governi nazionali di prorogare la data di inizio dell’anno scolastico e dell’anno accademico di un periodo dai 15 giorni ai due mesi. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, CORONAVIRUS EMERGENCE | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su COVID-19: LATIN AMERICA IN ALERT TO FACE THE SANITARY EMERGENCE

CORONAVIRUS IN IRAN: HOW THE US SANCTIONS ARE AFFECTING THE CRISIS

L’IMPATTO DELLE SANZIONI STATUNITENSI SULLA CRISI IRANIANA DEL COVID-19

di Andrea Haidar*

Continua ad aggravarsi il bilancio dell’epidemia di Coronavirus in Iran. Secondo le stime ufficiali diffuse dal governo di Tehran, alla data del 10 marzo sarebbero 291 i morti e 8042 i contagiati. La Repubblica Islamica è ora il terzo Paese per numero di contagi e decessi e il dato continua a salire.[1] Mentre l’attenzione pubblica ha puntato i riflettori sulle scelte del governo iraniano per spiegare la rapida diffusione del virus, poco è stato detto circa l’impatto delle sanzioni degli Stati Uniti sul sistema sanitario del Paese. Continua a leggere

Pubblicato in CORONAVIRUS EMERGENCE, Iran, MEDIO ORIENTE | Commenti disabilitati su CORONAVIRUS IN IRAN: HOW THE US SANCTIONS ARE AFFECTING THE CRISIS

Putin’s constitutional reform and the consolidation of authoritarianism: a need for stability in a time of heavy world transformation

La riforma costituzionale di Putin e il consolidarsi dell’autoritarismo: un dichiarato bisogno di stabilità in tempi di pesanti trasformazioni mondiali

di Angela Di Gregorio*

Il progetto di riforma della Costituzione russa presentato alla Duma di Stato il 20 gennaio 2019 («progetto di legge della FdR di emendamento alla Costituzione della FdR» n. 885294-7) ha completato velocemente il suo iter procedurale, e sarà sottoposto a consultazione popolare “panrussa” il 22 aprile 2020. Secondo gli annunci dei media, tale “riforma” avrebbe dovuto risolvere il problema della transizione del potere del 2024, ossia della cessazione delle funzioni di Presidente di Putin (avendo egli sempre rifiutato di accogliere richieste di eliminazione del limite dei mandati) e della sua permanenza in altre vesti ai vertici del potere. Il colpo di scena finale, in sede di approvazione del progetto in seconda lettura alla Duma il 10 marzo, col passaggio di un emendamento presentato dall’ex astronauta Valentina Tereškova teso ad azzerare dopo l’entrata in vigore della riforma i mandati ricoperti dal Presidente in carica, ha posto fine alle speculazioni. Putin ha graziosamente accettato la possibilità di ricandidarsi per eventuali altri due mandati, a condizione che la Corte costituzionale, coinvolta in un procedimento-farsa di salvaguardia della formale legittimità costituzionale, dia il suo assenso. Se dal punto di vista formale l’intero procedimento di riforma appare come minimo una rottura della Costituzione vigente, dal punto di vista sostanziale vi è la costituzionalizzazione della prassi autoritaria progressivamente instauratasi nel ventennio putiniano. Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali, RUSSIA | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Putin’s constitutional reform and the consolidation of authoritarianism: a need for stability in a time of heavy world transformation

Israel, Netanyahu’s coalition wins the new round of elections

ISRAELE, LA COALIZIONE DI NETANYAHU VINCE LE ELEZIONI

Dopo le due tornate elettorali dello scorso anno, i cittadini di Israele si sono recati al voto lo scorso 2 marzo e hanno premiato la coalizione guidata dal Likud.

di Matteo D’Avanzo*

Lo scorso 2 marzo si sono svolte le terze elezioni nazionali in Israele e i risultati hanno premiato la coalizione del premier uscente Benjamin Netanyahu, il quale è riuscito ad assicurarsi 58 seggi sui 61 necessari per ottenere la maggioranza nella Knesset, il parlamento israeliano, e governare lo Stato di Israele. Continua a leggere

Pubblicato in Israele, MEDIO ORIENTE, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Israel, Netanyahu’s coalition wins the new round of elections

THE GUARDIAN COUNCIL AND ITS ROLE IN IRANIAN ELECTIONS

IL CONSIGLIO DEI GUARDIANI DELLA COSTITUZIONE E IL SUO RUOLO NELLE ELEZIONI IRANIANE

By Sara Zanotta*

On the 21st February 2020, Iran held its 11th parliamentary election since the 1979 Revolution. It resulted in a strong victory of the conservative faction, loyal to the Supreme Leader Ali Khamenei. Thus, the election seems to repudiate the policies of the President Hassan Rouhani, frequently described as a moderate, and further reducing the possibilities of safeguarding the nuclear agreement. The voting turnout was the lowest since the birth of the Islamic Republic, only 42.5 percent, almost 20 percent less than the 2016 parliamentary election, and in the capital, Tehran, only about 25 percent of the population voted. As it was the first time that the turnout dropped under 50 percent, the Supreme Leader explained this fact by referring to the threat of coronavirus, as the first case in the country was confirmed only two days before the ballot. Continua a leggere

Pubblicato in Iran, MEDIO ORIENTE, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su THE GUARDIAN COUNCIL AND ITS ROLE IN IRANIAN ELECTIONS

THE GENERAL ELECTION IN BOSNIA AND HERZEGOVINA ON THE 7th OCTOBER 2019 AND THE LATE FORMATION OF THE GOVERNMENT ON THE 19th NOVEMBER 2019

Le elezioni generali in Bosnia ed Erzegovina il 7 ottobre 2019 e la difficile formazione del governo conclusasi il 19 novembre 2019

Di Edoardo Maria Landoni

Premessa

Il 7 ottobre 2018 si sono svolte le elezioni generali in Bosnia ed Erzegovina contestualmente alle elezioni politiche nelle due entità federate1. A livello statale2 gli elettori sono stati chiamati ad eleggere il parlamento e i tre membri della presidenza, un bosgnacco3, un croato e un serbo4. La presidenza eletta, che secondo l’art. V (2) (c) della Costituzione di Dayton adotta le sue decisioni tramite Consensus, nomina il Presidente del Consiglio dei ministri5, il quale entra in carica previa l’approvazione della Camera dei Rappresentanti. Il Presidente del Consiglio a sua volta nomina i ministri che formeranno il governo a seguito dell’approvazione del parlamento6. Il governo si è formato il 19 novembre 2019, a tredici mesi di distanza dalle elezioni generali. Continua a leggere

Pubblicato in Bosnia, Cronache costituzionali, EUROPA CENTRO-ORIENTALE | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su THE GENERAL ELECTION IN BOSNIA AND HERZEGOVINA ON THE 7th OCTOBER 2019 AND THE LATE FORMATION OF THE GOVERNMENT ON THE 19th NOVEMBER 2019

EIN JAHR PROTESTE IN ALGERIEN: WER WIRD SICH DURCHSETZEN?

UN ANNO DI PROTESTE IN ALGERIA: CHI LA SPUNTERÀ?

Traduzione a cura di Sara Zanotta1

(Articolo di Isabelle Werenfels e Luca Miehe, pubblicato sul sito della Stiftung Wissenschaft und Politik)

Testo originale reperibile in: https://www.swp-berlin.org/publikation/ein-jahr-proteste-in-algerien/

Contrariamente alle aspettative, continuano da un anno le proteste pacifiche in Algeria. Infatti, nonostante la caduta dell’ex presidente Bouteflika, manca ancora un cambiamento politico e il futuro del Paese resta incerto secondo Isabelle Werenfels e Luca Miehe. Continua a leggere

Pubblicato in AFRICA, QUICK NEWS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su EIN JAHR PROTESTE IN ALGERIEN: WER WIRD SICH DURCHSETZEN?

SAR Italy: Initiatives in support of Patrick George Zaki

Pubblichiamo a nome della prof. Esther Gallo, referente e coordinatrice di SAR Italy, la seguente lettera per prendere coscienza della problematica degli studiosi a rischio e per proporre azioni congiunte e coordinate tra SAR Italy e SAR International in supporto della liberazione del ricercatore Patrick George Zaki. 

Con preghiera di diffusione e condivisione. Continua a leggere

Pubblicato in QUICK NEWS, SAR - Scholars At Risk | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su SAR Italy: Initiatives in support of Patrick George Zaki

FIRST IMPRESSIONS ABOUT THE RUSSIAN CONSTITUTIONAL AMENDMENT

Prime impressioni su alcuni punti del progetto della legge di emendamento della Costituzione della Russia “Sul perfezionamento della disciplina di singole questioni di organizzazione del potere pubblico”, approvato in prima lettura dalla Duma di Stato

di Mario Ganino*

Tale progetto appare decisamente più ampio dei pochi che lo hanno preceduto e che hanno completato il loro iter per la modifica di disposizioni contenute nei capitoli 3/8 della Costituzione. Si tratta infatti di tante “singole questioni” e questo apre qualche interrogativo sulle cause che hanno portato a questo risultato. La Costituzione del 1993 non era stata modificata sino al 2008, quando alla fine dell’anno furono firmate dal Presidente della Federazione ben due leggi di emendamento essendosi concluso l’iter richiesto dalla Costituzione, che prevede oltre al voto delle due camere parlamentari l’approvazione da parte delle assemblee legislative dei soggetti della Federazione. Addirittura due leggi, entrambe molto brevi e per questioni ben delimitate. Una allungava semplicemente il mandato rispettivamente del Presidente e della Duma, l’altra introduceva nella Costituzione meccanismi ulteriori di controllo della Duma sul Governo, tuttavia non particolarmente innovativi rispetto alla prassi del controllo attuata negli anni sulla base di quanto già stabilito nelle leggi e nelle pieghe della Costituzione, ma importante per le potenzialità. Le modifiche che ora si vogliono introdurre con la riforma del 2020 condividono in buona parte con la seconda legge la finalità di rendere più stabili e comunque di costituzionalizzare soluzioni già contenute nella legislazione o in altre fonti (leggi costituzionali, leggi ordinarie, editti (ukaz) presidenziali, decisioni della Corte costituzionale). Altre disposizioni appaiono portatrici di maggiori innovazioni, almeno potenzialmente. Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali, RUSSIA | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su FIRST IMPRESSIONS ABOUT THE RUSSIAN CONSTITUTIONAL AMENDMENT

Pubblicazione volume “Monitoring Central Asia and the Caspian Area”, Edizioni Ca’ Foscari

Comunichiamo la pubblicazione, nella collana Eurasiatica delle Edizioni Ca’ Foscari di Venezia, del volume “Monitoring Central Asia and the Caspian Area. Development Policies, Regional Trends, and Italian Interests”.

Continua a leggere

Pubblicato in ASIA, Documentazione, pubblicazioni, bibliografia | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Pubblicazione volume “Monitoring Central Asia and the Caspian Area”, Edizioni Ca’ Foscari

THE DRAFT AMENDMENT OF THE RUSSIAN CONSTITUTION: FIRST ASSESSMENTS AGAINST THE BACKGROUND OF THE POLITICAL CONTEXT

IL PROGETTO DI EMENDAMENTO DELLA COSTITUZIONE RUSSA PRESENTATO ALLA DUMA IL 20 GENNAIO 2020: ALCUNE PRIME OSSERVAZIONI DI CONTESTO

di Angela Di Gregorio*

Non essendo stato ancora approvato il testo definitivo, le osservazioni sul progetto di legge della FR di emendamento alla Costituzione della FdR n. 885294-7, presentato alla Duma di Stato dal Presidente della FR il 20 gennaio 2020, sono parziali e provvisorie. È tuttavia possibile sottolineare alcune tendenze generali e alcuni punti oscuri che meriterebbero di essere chiariti dal successivo lavoro parlamentare o dalla legislazione attuativa. Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali, RUSSIA | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su THE DRAFT AMENDMENT OF THE RUSSIAN CONSTITUTION: FIRST ASSESSMENTS AGAINST THE BACKGROUND OF THE POLITICAL CONTEXT

THE RAINFOREST IS DYING: IS PRESIDENT JAIR BOLSONARO PARTLY RESPONSIBLE FOR THAT?

MENTRE GLI INCENDI IN AMAZZONIA SONO SEMPRE PIÚ FREQUENTI, L’INTERO PIANETA É DIVISO SULLE SCONCERTANTI DICHIARAZIONI DEL LEADER BRASILIANO

di Francesca Moroni*

Il 6 Ottobre dello scorso anno più di 100 vescovi si sono riuniti in Vaticano, convocati da Papa Bergoglio, per affrontare, tra le tante tematiche, la spinosa e controversa questione dell’emergenza climatica che interessava, e interessa tuttora, l’Amazzonia. Trattandosi di un argomento alquanto delicato, non ci si poteva aspettare altro che reazioni forti dagli Stati interessati dal fenomeno, soprattutto da parte del Presidente brasiliano Jair Bolsonaro, il quale, ancora oggi, non sembra intenzionato a permettere all’opinione pubblica internazionale e ai governi degli altri Paesi, di intervenire ed esprimersi riguardo al grave problema che affligge quell’area ormai da tempo. Bolsonaro, non solo si era apertamente dichiarato contrario al sinodo e al suo “programma di sinistra”, ma alcuni attenti osservatori hanno la certezza che egli stesse cercando di controllare i religiosi provenienti dell’area amazzonica che vi avrebbero partecipato, per non far trapelare una immagine secondo lui errata del suo Paese. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Brasile | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su THE RAINFOREST IS DYING: IS PRESIDENT JAIR BOLSONARO PARTLY RESPONSIBLE FOR THAT?

Le democrazie illiberali in prospettiva comparata: una nuova forma di Stato?

Mercoledì 4 dicembre 2019, si è tenuto presso l’Università della Calabria il convegno “Le democrazie illiberali in prospettiva comparata: una nuova forma di Stato?”. Continua a leggere

Pubblicato in EVENTI | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Le democrazie illiberali in prospettiva comparata: una nuova forma di Stato?

What Putin’s Constitutional Shakeup Means

(Articolo di Nikolai Petrov, Senior Research Fellow, Russia and Eurasia Programme, Chatham House)

Testo originale reperibile in: https://www.chathamhouse.org/expert/comment/what-putins-constitutional-shakeup-means

Vladimir Putin’s proposed constitutional reforms will transform Russia’s political regime and allow him to prolong his grip on power when his fourth presidential term expires in 2024. Continua a leggere

Pubblicato in QUICK NEWS, RUSSIA | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su What Putin’s Constitutional Shakeup Means

Evo Morales, su caída y los mitos de occidente

EVO MORALES, LA SUA CADUTA E I MITI DELL’OCCIDENTE

traduzione a cura di Laura Alessandra Nocera*

(dall’articolo Evo Morales, su caída y los mitos de occidente di Pedro Portugal Mollinedo, pubblicato su Pukara n.161/2019, pp.3-4)

Gli avvenimenti recenti in Bolivia si sono guadagnati analisi e commenti da parte della stampa e delle reti sociali internazionali, con qualificazioni e previsioni molto più taglienti e allarmiste rispettto a quanto si puù leggere nella stessa Bolivia.

Ciò è dovuto, in gran parte, al fatto che colui che ha perso il potere in questo paese, Evo Morales, è di origine indigena. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Bolivia, QUICK NEWS | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Evo Morales, su caída y los mitos de occidente

THE EVOLUTION OF THE PASDARAN: FROM A REVOLUTIONARY MILITIA TO A POLITICAL ACTOR

L’EVOLUZIONE DEI PASDARAN: DA MILIZIA RIVOLUZIONARIA AD ATTORE POLITICO
Di Sara Zanotta

Seal of the Army of the Guardians of the Islamic Revolution

A pochi giorni dal raid americano che ha ucciso Qassem Soleimani, capo della Forza Quds del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica (IRGC), molto si è detto circa il ruolo giocato da questa istituzione nel condurre la politica estera iraniana in vari teatri dell’area mediorientale. Poco, però, si è raccontato, trattandosi di una questione meno rilevante nell’attuale crisi internazionale, della posizione dei pasdaran nella politica interna della Repubblica Islamica, una posizione inizialmente non desiderata dall’Ayatollah Khomeini, il principale fautore della rivoluzione, ma sviluppatosi progressivamente a seguito dell’elezione a Guida Suprema di Ali Khamenei. Continua a leggere

Pubblicato in Iran, MEDIO ORIENTE | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su THE EVOLUTION OF THE PASDARAN: FROM A REVOLUTIONARY MILITIA TO A POLITICAL ACTOR

2019: A Critical Year for the Rule of Law

From  http://data.worldjusticeproject.org/accesstojustice/#/

Earlier this year, research presented at our World Justice Forum made international news with a shocking finding: more than 1.5 billion people—one in five people worldwide—face unmet legal needs (https://www.theguardian.com/global-development/2019/apr/29/global-justice-system-fails-5-billion-people-study) , ranging from disputes over land, debt, and basic public services to unreported violent and petty crime. Continua a leggere

Pubblicato in QUICK NEWS | Commenti disabilitati su 2019: A Critical Year for the Rule of Law

Non più dipendente dai finanziamenti USA, l’agenzia ONU per i rifugiati palestinesi deve tornare a dedicarsi al suo storico compito.

di Christopher Gunness

dicembre 2019 – Al Jazeera

Nel mondo di Donald Trump e Boris Johnson della post-verità e della post-vergogna, in cui le politiche sono lanciate con un tweet, la storia è riscritta con una citazione e la “realtà” fatta da un titolo in prima pagina, il sostegno costante dell’UNRWA a oltre cinque milioni di rifugiati palestinesi, ai loro diritti e alla loro dignità non è mai stato più importante. Continua a leggere

Pubblicato in MEDIO ORIENTE, QUICK NEWS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Non più dipendente dai finanziamenti USA, l’agenzia ONU per i rifugiati palestinesi deve tornare a dedicarsi al suo storico compito.

Le Armi del Mondo Contemporaneo

Pubblicato in EVENTI, QUICK NEWS | Commenti disabilitati su Le Armi del Mondo Contemporaneo

Incontro con il Console generale del Sudafrica

L’organizzazione studentesca SIR (Students for International Relations) dell’Università degli Studi di Milano, come ultima iniziativa della serie di incontri organizzati coi consoli residenti a Milano, ha invitato presso la facoltà di Scienze Politiche Economiche e Sociali dell’Università degli Studi di Milano, in via Conservatorio 7, il Console Generale del Sudafrica, S.E. Titi Stheni Nxumalo.
L’incontro si svolgerà in Sala Lauree il 28 novembre alle 14,30.

Pubblicato in AFRICA, EVENTI | Commenti disabilitati su Incontro con il Console generale del Sudafrica

Bolivia nel caos

La Bolivia sta vivendo ore frenetiche con il presidente Evo Morales che, dopo aver rassegnato le dimissioni, è fuggito in Messico dove ha ricevuto l’asilo politico, mentre il paese si è spaccato fra sostenitori e detrattori dell’ormai ex presidente indio. Le violenze da una parte e dall’altra si moltiplicano, l’esercito è sceso in campo al fianco della polizia ed il parlamento tenta una seduta straordinaria per cercare di mantenere in piedi le istituzioni decimate dalle dimissioni dei compagni del Mas, il partito di Morales.

Intervengono ai microfoni della Radiotelevisione Svizzera Italiana (RSI): Emiliano Guanella, collaboratore RSI dall’America latina; Antonella Mori, responsabile per l’America latina dell’ISPI; Marzia Rosti, docente di Storia e Istituzioni delle Americhe, Dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici, Università degli Studi di Milano.

Per l’intervista completa, si rinvia al link: https://www.rsi.ch/rete-uno/programmi/informazione/modem/Bolivia-nel-caos-12302568.html

Pubblicato in QUICK NEWS | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Bolivia nel caos

NEW GENERAL ELECTIONS IN BOLIVIA: PROTESTS AND UNCERTAINTY IN THE FUTURE OF PRESIDENT EVO MORALES

L’INCERTO FUTURO DEL PRESIDENTE EVO MORALES DOPO LE ELEZIONI BOLIVIANE

di Laura Alessandra Nocera

Nella foto: Evo Morales Ayma

Domenica 20 ottobre 2019, in un clima generale di protesta, si sono tenute in Bolivia le elezioni per il rinnovo del Congresso e la nomina del Presidente dell’Estado Plurinacional, il cui esito, tuttora incerto, è stato contestato da tutte le parti politiche interne e dagli osservatori internazionali. Infatti, per placare le proteste diffuse in tutto il paese e lo sciopero di una settimana annunciato dai sostenitori di Morales, prossimamente si procederà di comune accordo ad un nuovo riconteggio dei voti con la supervisione dell’Organizzazione degli Stati Americani. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Bolivia, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su NEW GENERAL ELECTIONS IN BOLIVIA: PROTESTS AND UNCERTAINTY IN THE FUTURE OF PRESIDENT EVO MORALES

Chile. Anatomy of a protest.

Anatomia di una protesta. Una testimonianza diretta delle tensioni politiche e sociali del Cile e dei recenti divari economici.

Link: https://www.doppiozero.com/materiali/cile-anatomia-di-una-protesta

Pubblicato in QUICK NEWS | Commenti disabilitati su Chile. Anatomy of a protest.

CHILE’S BLACK OCTOBER: A PROTEST COMING FROM FAR AWAY

L’OTTOBRE NERO DEL CILE: UNA PROTESTA CHE VIENE DA LONTANO

di  Alessandro Guida e Raffaele Nocera*

Foto di Alessandro Guida (2013)

I media cileni non hanno fatto in tempo a etichettarlo come il «18 de octubre negro» che gli eventi dello scorso venerdì sono stati già superati dallo tsunami dei giorni successivi. Di fronte a una rivolta sociale sicuramente disorganica, almeno in una fase iniziale, ma non per questo meno “rumorosa”, il governo ha in una prima fase tentato di strumentalizzare le circostanze, criminalizzando i manifestanti, ma nel giro di poco tempo ha perso completamente il controllo della situazione e, a conferma di un’estrema debolezza, ne ha delegato la gestione ai militari. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Cile | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su CHILE’S BLACK OCTOBER: A PROTEST COMING FROM FAR AWAY

EL SALVADOR. BUKELE’S FIRST MEASURES TO SOLVE THE MAIN PROBLEMS OF THE COUNTRY.

EL SALVADOR. L’INSEDIAMENTO DEL PRESIDENTE BUKELE E LE PRIME MISURE DEL GOVERNO PER RISOLVERE I PRINCIPALI PROBLEMI DEL PAESE.

di Christian Mosquera *

Il primo giugno 2019, sulla scorta di quanto stabilito all’art. 154 della Costituzione di El Salvador, Nayib Bukele si è insediato come Presidente della Repubblica per un mandato presidenziale di cinque anni. Bukele ha assunto formalmente la carica e i relativi poteri prestando giuramento nelle mani del Presidente della Asamblea Legislativa, in una cerimonia che ha avuto luogo nella piazza Gerardo Barrios, nel centro storico della capitale San Salvador. A tale cerimonia erano presenti sei capi di Stato e due Vicepresidenti di Stati latino-americani, delegazioni di diversi paesi – tra cui quella degli Stati Uniti – nonché centinaia di cittadini. Non erano stati invitati invece i capi di Stato dell’Honduras, del Nicaragua e del Venezuela, definiti dal Presidente Bukele “dittatori”, il 23 gennaio, su twitter. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, El Salvador | Commenti disabilitati su EL SALVADOR. BUKELE’S FIRST MEASURES TO SOLVE THE MAIN PROBLEMS OF THE COUNTRY.

POLITICAL OPPOSITIONS GAIN GROUND. VIKTOR ORBAN LOSES BUDAPEST.

Le opposizioni politiche guadagnano terreno. Viktor Orban perde Budapest.

di Cristiano Preiner

In the aftermath of recent local elections the political outcome is mixed. Fidesz strengthens its consensus throughout Hungarian province keeping its leading position. Nevertheless opposition parties celebrate a stunning victory in Budapest and collect many other cities. Prime minister Viktor Orbán is called not to ignore the message the voters sent. Fidesz is not unbeatable anymore. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Ungheria | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su POLITICAL OPPOSITIONS GAIN GROUND. VIKTOR ORBAN LOSES BUDAPEST.

EU has stopped membership negotiations with Albania and North Macedonia

Al vertice UE di giovedì 17 ottobre una minoranza di Stati Membri ha causato un arresto dei negoziati di adesione di Albania e Macedonia del Nord. Mentre Danimarca e Paesi Bassi si sono mostrati contrari solo all’apertura verso l’Albania, la Francia ha posto un veto anche contro la Macedonia del Nord, ritenendo necessario riformare l’attuale processo di adesione prima di procedere ad un ulteriore allargamento ai paesi Balcanici.

(Fonte: https://www.bbc.com/news/world-europe-50100201)

Pubblicato in QUICK NEWS | Commenti disabilitati su EU has stopped membership negotiations with Albania and North Macedonia

THE 2019 GENERAL ELECTIONS IN POLAND: LAW AND JUSTICE WINS AGAIN AND “THE GOOD CHANGE” PROGRAM CAN CONTINUE

Le elezioni parlamentari polacche del 2019. La vittoria preannunciata di Diritto e Giustizia e l’avvio della fase di consolidamento del “buon cambiamento”

di Arianna Angeli*

The ruling right-wing Law and Justice party won the 2019 Polish parliamentary elections. However, Jarosław Kaczyński’s party failed to obtain the absolute majority in the upper house of the Parliament, the Senate. This new political scenario could potentially slow down the implementation of PiS reform agenda. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale, Polonia | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su THE 2019 GENERAL ELECTIONS IN POLAND: LAW AND JUSTICE WINS AGAIN AND “THE GOOD CHANGE” PROGRAM CAN CONTINUE

Ecuador’s Government decided to restore fuel subsidies

Durante un confronto con i leader indigeni che hanno guidato le proteste delle ultime settimane portando alla paralisi dell’Ecuador, il Presidente Lenin Moreno ha deciso di ritirare il decreto che sospendeva i sussidi per il carburante. La loro eliminazione rientrava nell’accordo con il FMI, che prevedeva tagli alla spesa pubblica in cambio di un prestito per risollevare l’economia nazionale.

(Fonte: https://www.bbc.com/news/world-latin-america-50038126?intlink_from_url=https://www.bbc.com/news/topics/cz4pr2gd580t/ecuador&link_location=live-reporting-story)

Pubblicato in QUICK NEWS | Commenti disabilitati su Ecuador’s Government decided to restore fuel subsidies

Kosovo’s policy is at a turning point

Le elezioni parlamentari anticipate del 6 ottobre hanno condotto ad un risultato storico per la nazione balcanica: dopo più di un decennio sotto la dirigenza del partito PDK, formato dagli ex combattenti per l’indipendenza del Kosovo e al potere dal 2008, gli scrutini hanno decretato la vittoria dei due partiti di opposizione, Vetevendosje e LDK.

(Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2019/10/07/kosovo-volta-pagina-battuto-potere-uck_06d72d0f-b9da-42b0-bfb3-39ceefabc5aa.html)

Pubblicato in QUICK NEWS | Commenti disabilitati su Kosovo’s policy is at a turning point

AFGHANISTAN AWAITS THE RESULTS OF THE PRESIDENTIAL ELECTION

L’AFGHANISTAN ATTENDE I RISULTATI DELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI

di Sara Zanotta*

The Afghan presidential election took place on 28th September 2019, but preliminary results will not be determined until 19th October and the final results until 7th November or later. Twice delayed since the original date of 20th April, the fourth presidential election of the Islamic Republic of Afghanistan was held at about 4,500 polling sites, approximately 2,500 fewer than in 2014 due to the spread of violence. As a result, the turnout might be an historical low. Continua a leggere

Pubblicato in Afghanistan, MEDIO ORIENTE, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su AFGHANISTAN AWAITS THE RESULTS OF THE PRESIDENTIAL ELECTION

THE MAIN POLITICAL TRENDS OF THE NEW ELECTORAL CYCLE IN RUSSIA: LOCAL AND REGIONAL ELECTIONS ON 8 SEPTEMBER 2019 AND THE CLIMATE OF PROTEST

Le principali tendenze del nuovo ciclo elettorale in Russia: le elezioni amministrative dell’8 settembre 2019 ed il clima di protesta

di Veronika Nikitina

Local or regional elections took place on the United Voting Day on 8 September 2019 in Russia. The cronicle analyzes the results of the last administratve elections, gives an overal view of the development and the assessment of the party system and highlights the new poltcal scenarios for the new election cycle from 2019 til 2021. Continua a leggere

Pubblicato in Osservatorio elettorale, RUSSIA | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su THE MAIN POLITICAL TRENDS OF THE NEW ELECTORAL CYCLE IN RUSSIA: LOCAL AND REGIONAL ELECTIONS ON 8 SEPTEMBER 2019 AND THE CLIMATE OF PROTEST

LOCAL ELECTIONS IN HUNGARY. OPPOSITIONS PUT THEMSELVES TO THE TEST

Elezioni locali in Ungheria.

di Cristiano Preiner

Next Sunday Hungarians will renew local self-government institutions. Despite Viktor Orbán landslide victories, both in general and European elections, the results are not given. Political opposition stand united for the first time against Orban’s candidates. The ballot is a general testing to prove a political competitiveness before 2022. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale, Ungheria | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su LOCAL ELECTIONS IN HUNGARY. OPPOSITIONS PUT THEMSELVES TO THE TEST

Africa. Indagine su un continente.

Per l’iniziativa “Africa. Indagine su un continente”, la Fondazione Corriere della Sera ha organizzato due incontri con esperti del settore:

  • Martedì 15 ottobre 2019, alle ore 18,30, presso la Sala Buzzati, si svolgerà il seminario “Boom demografico e sviluppo economico. Le incognite del futuro” con Cristiana Fiamingo, Mario Giro e Matteo Villa (coordina Michele Farina del Corriere della Sera);
  • Giovedì 24 ottobre 2019, alle ore 18,30, presso Sala Buzzati, si svolgerà il seminario “Colonialismo e Neocolonialismo” con Uoldelul Chelati Dirar, Luca Puddu e Itala Vivan (coordina Michele Farina).

Per informazioni sull’evento si rinvia a: https://www.fondazionecorriere.corriere.it/iniziative/africa-indagine-su-un-continente/ . Tutti gli incontri saranno trasmessi in streaming sul canale https://www.ispionline.it/.

Pubblicato in EVENTI, QUICK NEWS | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Africa. Indagine su un continente.

Hong Kong protest: City reels from ‘one of its most violent days’

Pubblicato il 2 ottobre 2019 da BBC News

Il settantesimo anniversario della Cina comunista è stato il giorno più violento e caotico per la città di Hong Kong a causa delle alte tensioni fra polizia cinese e gruppi di giovani che protestavano. Le manifestazioni a supporto della democrazia vengono portate avanti da giovani attivisti già dal 2014, ma si sono intensificate negli ultimi mesi. I giovani abitanti di Hong Kong si oppongono al regime comunista cinese che cerca di limitare l’autonomia della città, violando quello statuto speciale ottenuto nel 1997 dopo la “restituzione” alla Cine dell’ex colonia britannica.

(Fonte: https://www.bbc.com/news/world-asia-china-49902351)

Pubblicato in QUICK NEWS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Hong Kong protest: City reels from ‘one of its most violent days’

Indigenous Bolivians demand action over fires

Circa 200 indigeni boliviani della regione della Chiquitania hanno dato vita ad una marcia di protesta per chiedere al Presidente Evo Morales di prendere provvedimenti contro gli incendi che stanno devastando ampie zone della foresta. Infatti, malgrado Morales abbia accettato gli aiuti internazionali, si rifiuta tuttora di dichiarare l’emergenza nazionale.

(Fonte: https://www.bbc.com/news/world-latin-america-49878647)

Pubblicato in QUICK NEWS | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Indigenous Bolivians demand action over fires

TUNISIA: PRESIDENTIAL ELECTION MARKED BY THE REJECTION OF THE CURRENT POLITICAL SYSTEM

TUNISIA: LE ELEZIONI PRESIDENZIALI ALL’INSEGNA DEL RIFIUTO DELL’ATTUALE SISTEMA POLITICO

Di Sara Zanotta[1]

Domenica 15 settembre 2019 si sono tenute in Tunisia le seconde elezioni presidenziali dalla fine del regime di Ben Ali. I risultati, come previsto dai sondaggi nei giorni precedenti al voto, sembrano segnalare un cambiamento nella politica della giovane democrazia nordafricana: al secondo turno, che si terrà il 6 o il 13 ottobre, si sfideranno infatti i due outsider. Questi sono Kaïs Saïed, che ha ottenuto il 18,40% dei voti, e Nabil Karoui, sostenuto dal 15,58% dell’elettorato. In una tornata elettorale in cui si sono scontrate tutte le anime della politica tunisina con 26 diversi candidati, i due vincitori del primo turno sono figure in aperta rottura con l’establishment rappresentato dai principali partiti. In particolare, esce sconfitto il capo del Governo Youssef Chahed, in quanto esponente di una politica che non è stata in grado di risolvere i gravi problemi economici e sociali del Paese. Continua a leggere

Pubblicato in MEDIO ORIENTE, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su TUNISIA: PRESIDENTIAL ELECTION MARKED BY THE REJECTION OF THE CURRENT POLITICAL SYSTEM

THE NEW CZECH CULTURE MINISTER: END OF A POLITICAL CRISIS?

Il nuovo Ministro della Cultura ceco: fine di una crisi politica?

di Cristiana Peconi[1]

Martedì 27 agosto il Presidente della Repubblica ceca Miloš Zeman ha nominato Lubomír Zaorálek nuovo Ministro della Cultura, ponendo fine alle contrapposizioni che per mesi hanno interessato la politica del paese minacciando una crisi di governo. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Repubblica ceca | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su THE NEW CZECH CULTURE MINISTER: END OF A POLITICAL CRISIS?

THE ABOLITION OF TRIPLE TALAQ IN INDIA: A STEP TOWARDS GENDER EQUALITY OR A DISCRIMINATION AGAINST THE MUSLIM COMMUNITY?

L’ABOLIZIONE DEL TRIPLICE RIPUDIO IN INDIA: UN PASSO VERSO L’UGUAGLIANZA DI GENERE O UNA DISCRIMINAZIONE NEI CONFRONTI DELLA COMUNITÀ MUSULMANA? 

The abolition of Islamic instant divorce in India raises concerns about the true meaning of this action.

di Sara Zanotta1

Il 30 luglio 2019 la Camera alta del Parlamento indiano, Rajya Sabha, ha approvato in via definitiva con 99 voti a favore e 84 contrari l’abolizione del triplo talaq, ossia il triplice ripudio, punendo d’ora in poi questa pratica con una pena detentiva fino a tre anni di reclusione. Continua a leggere

Pubblicato in ASIA, Cronache costituzionali, India | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su THE ABOLITION OF TRIPLE TALAQ IN INDIA: A STEP TOWARDS GENDER EQUALITY OR A DISCRIMINATION AGAINST THE MUSLIM COMMUNITY?

The Constitutional System of Central-Eastern, Baltic and Balkan Europe

Si segnala la pubblicazione del trattato a cura della prof. Angela Di Gregorio (Università degli Studi di Milano) “The Constitutional System of Central-Eastern, Baltic and Balkan Europe“, Eleven International Publishing, The Hague, 2019.

Gli autori sono A. Di Gregorio, J. Sawicki, A. Angeli, C. Pistan. L’uscita è prevista per il 30 agosto 2019.

https://www.elevenpub.com/law/catalogus/the-constitutional-systems-of-central-eastern-baltic-and-balkan-europe-1  

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, EVENTI, SAGGI | Commenti disabilitati su The Constitutional System of Central-Eastern, Baltic and Balkan Europe

CALL FOR PAPERS Nuovi Autoritarismi e Democrazie (NAD) n. 2/2019

La rivista NAD. Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritto, Istituzioni, Società (https://riviste.unimi.it/index.php/NAD) invita alla presentazione di saggi, cronache delle istituzioni, note a sentenza, recensioni per il n. 2/2019. Il focus della rivista è lo studio dei fenomeni storico-istituzionali e giuridici di una serie di aree geografiche caratterizzate da elevato dinamismo sotto molteplici profili ed estremamente complesse con riferimento alla ricchezza del tessuto etnico-linguistico, storico, religioso e socio-economico (Europa centro-orientale, Medio Oriente, Africa, Cina, Asia, America Latina). I saggi saranno incentrati su prospettive di diritto costituzionale e comparato, filosofia del diritto, storia delle istituzioni, politica comparata, filosofia politica, geografia politica ed economica. Gli argomenti includeranno: sviluppi costituzionali, elezioni e partiti politici; tribunali nazionali e internazionali; relazione tra secolarismo e religione, politica ed economia, questioni energetiche, ambientali e gestione delle risorse naturali, integrazione regionale; politiche migratorie; corruzione e criminalità organizzata, giustizia post-conflitto, protezione delle minoranze, popoli indigeni.

Scadenza per il n. 2/2019: 15 ottobre 2019 (saggi); 15 novembre 2019 (altri contributi).

Inviare a: direzione.nad@unimi.it

Lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo.

Requisiti editoriali e template: contattare redazione.nad@unimi.it

Pubblicato in EVENTI | Commenti disabilitati su CALL FOR PAPERS Nuovi Autoritarismi e Democrazie (NAD) n. 2/2019

CALL FOR PAPERS Nuovi Autoritarismi e Democrazie (NAD) no. 2/2019

The Journal NAD. Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritto, Istituzioni, Società (New Authoritarian Regimes and Democracies: Law, Institutions, Society) is an open-access peer-reviewed academic e-Journal based on University of Milan Online Journals’ System (https://riviste.unimi.it/index.php/NAD). NAD researches historical, institutional, as well as legal phenomena in geopolitical regions characterized by a highly dynamic and extremely complex ethno-linguistic, historical, religious and socio-economic structure (Central-Eastern Europe, Middle East, Africa, China, Asia, and Latin America). The essays should be focused mainly on perspectives of constitutional and comparative law, philosophy of law, history of institutions, comparative politics, political philosophy, political and economic geography. The topics include: constitutional developments; elections and political parties; national and international courts; relationships between secularism and religion, politics and economy; energy, environmental and natural resources; regional integration; migrations policies; corruption and organized crime; post-conflict justice; protection of minorities; indigenous peoples. However, the first issues of the Journal will focus on providing an overall framework on recent evolutions of the contemporary state (democratic decay, new authoritarianism, hybrid regimes, etc.).

Deadline for No. 2/2019: October 15, 2019 (Essays); November 15, 2019 (Others).

To: direzione.nad@unimi.it

Accepted languages: Italian, English, French, Spanish.

Submission Guidelines and Format: Please contact redazione.nad@unimi.it

Pubblicato in EVENTI | Commenti disabilitati su CALL FOR PAPERS Nuovi Autoritarismi e Democrazie (NAD) no. 2/2019

Ukraine. Parliamentary elections 2019

di Christian Mosquera

Per la prima volta dall’indipendenza dell’Ucraina, un solo partito -il Servo del popolo (SdP) del Presidente Zelensky- riesce ad ottenere la maggioranza assoluta in Parlamento. Se così si garantisce la formazione del governo, tuttavia sarà necessaria una coalizione più ampia per approvare le riforme proposte durante la campagna elettorale. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale, Ucraina | Commenti disabilitati su Ukraine. Parliamentary elections 2019

Indigenous Rights in Costa Rica

di Luisa Olivi

Ha suscitato molto sconcerto nell’opinione pubblica internazionale l’omicidio di Sergio Rojas, rappresentante della comunità indigena bribri di Salitre, Puntarenas, avvenuto il 18 marzo 2019. Rojas, conosciuto per il suo ruolo di attivista per il rispetto dei diritti dei popoli indigeni, ha acceso i riflettori dell’opinione pubblica costaricana sulla situazione delle comunità indigene e sulla tutela dei loro diritti. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Costa Rica | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Indigenous Rights in Costa Rica

V.1, N.1 (2019) – Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritto, Istituzioni, Società (NAD-DIS)

Online il primo numero della Rivista Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritto, Istituzioni, Società (NAD-DIS) https://riviste.unimi.it/index.php/NAD/issue/view/1345
Pubblicato in QUICK NEWS | Commenti disabilitati su V.1, N.1 (2019) – Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritto, Istituzioni, Società (NAD-DIS)

SAUDI ARABIA: A SHIA YOUNG MAN WILL NOT BE EXECUTED

by Sara Zanotta

Murtaja Qureiris, an eighteen-year-old young man from the Shia community in Saudi Arabia, who had been arrested at the age of 13, will not be executed, a Saudi official told Reuters news agency. Continua a leggere

Pubblicato in Arabia Saudita, MEDIO ORIENTE | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su SAUDI ARABIA: A SHIA YOUNG MAN WILL NOT BE EXECUTED

Zelensky e il suo nuovo corso per l’Ucraina

Zelensky and his new deal for Ukraine

di Michele Gioculano[1]

Volodymyr Zelensky is the new Ukrainian President, he won the race proposing a new political vision for its country. His presidency opens up many possible scenarios regarding the relations between Ukraine, Russia and the European Union. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale, Ucraina | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Zelensky e il suo nuovo corso per l’Ucraina

Thirty Years After 1989

Questions about democracy, between National States and European Union

Pubblicato in EVENTI | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Thirty Years After 1989

Scenari Nordafricani – tavola rotonda

Mercoledì 5 giugno 2019, alle ore 14,30-16,15, si terrà in Aula 20 presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università degli Studi di Milano  la Tavola Rotonda “Scenari Nordafricani“. Interverranno: Vermondo Brugnatelli (Università degli Studi di Milano – Bicocca), Caterina Roggero (Università degli Studi di Milano – Bicocca) e Cristiana Fiamingo (Università degli Studi di Milano). Durante l’incontro sarà presentato anche il volume “Storia del Nord-Africa indipendente tra imperialismi, nazionalismo e autoritarismi” di Caterina Roggero (Bompiani 2019).
Pubblicato in AFRICA, EVENTI | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Scenari Nordafricani – tavola rotonda

Sharia law in Brunei

di Matteo D’Avanzo

On 3rd April Brunei introduced harsh penalties for the offences of adultery and homosexuality, triggering an intense debate all over the world. The tiny State of South-East Asia is now under the criticism and an international boycott of the royal family’s chain of hotels has started after the appeal made by many famous stars. Continua a leggere

Pubblicato in ASIA, Brunei, Cronache costituzionali | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Sharia law in Brunei

Ukraine. Presidential elections 2019.

Le elezioni presidenziali in Ucraina: vince il candidato Zelensky con oltre il 73% dei consensi

di Christian Mosquera

La recente tornata elettorale per l’elezione alla carica di Presidente della Repubblica in Ucraina ha visto la vittoria del candidato cosiddetto “anti-corruzione” Volodymyr Zelensky, fondatore del partito Servitore del popolo. Il 31 marzo scorso si è svolto il primo turno, ma poiché nessuno dei ben 39 candidati aveva raggiunto il quorum necessario per evitare il secondo turno, ossia la maggioranza assoluta di tutti gli elettori registrati, il 21 aprile si è tenuta la seconda tornata elettorale. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale, Ucraina | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Ukraine. Presidential elections 2019.

Blood Leaves its Trail – Proiezione del film di Iffat Fatima

Pubblicato in ASIA, EVENTI | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Blood Leaves its Trail – Proiezione del film di Iffat Fatima

The dispute over Kashmir: recent developments

La disputa sul Kashmir: sviluppi recenti

di Matteo D’Avanzo

La disputa sul Kashmir, mai realmente risolta, è entrata in un nuova fase di crisi. Lo scorso 14 febbraio il gruppo Jaish-e-Mohammad (Esercito di Maometto) ha compiuto un attacco terroristico nei territori kashmiri amministrati dall’India, a Pulwama, contro alcuni militari indiani; il bilancio delle vittime è di 46 uomini. La reazione dell’India non si è fatta attendere. Il 26 febbraio New Delhi ha ordinato alla propria aviazione di bombardare il campo di addestramento del gruppo che si trova a Bakalot, nel Kashmir sotto controllo pakistano. La decisione indiana di intervenire nel territorio pakistano ha spinto il governo di Islamabad, dichiaratosi completamente estraneo all’attentato compiuto dal Jaish-e-Mohammad, a colpire un aereo indiano che si trovava nel territorio kashmiro, e a prendere come ostaggio il pilota del velivolo. Questa escalation è stata accompagnata da una serie di dichiarazioni ostili da parte dei governi dei due Paesi. È opportuno, a questo punto, conoscere l’evoluzione storica delle relazioni tra India e Pakistan, con particolare attenzione alla situazione del Kashmir. Continua a leggere

Pubblicato in ASIA, India | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su The dispute over Kashmir: recent developments

Mexico: Lopez Obrador’s plan to fight drug trafficking

Messico: le proposte di López Obrador per la lotta al narcotraffico

di Luisa Olivi

La vittoria alle elezioni presidenziali messicane di López Obrador del luglio 2018 non è stata una particolare sorpresa. Andrés Manuel López Obrador, detto Amlo, era infatti il candidato favorito alle presidenziali grazie all’innovativo programma di governo del suo partito, il Movimiento Regeneración Nacional – MORENA, la cui linea politica si è differenziata da quella degli avversari per il suo essere nazionalista, populista e di sinistra, mirando a riavvicinare i messicani alla politica e ad eliminare “l’élite e la mafia del potere”. López Obrador ha vinto le elezioni con il 54% dei voti, in netto vantaggio su José Antonio Meade del Partido Revolucionario Istitucional –PRI, – lo stesso del Presidente uscente Peña Nieto- e su Ricardo Anaya Cortés del Partido Acción Nacional –PAN. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Messico | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su Mexico: Lopez Obrador’s plan to fight drug trafficking

Slovakia. Presidential elections 2019

Le elezioni presidenziali in Slovacchia del 16 e 30 marzo 2019

di Christian Mosquera

Le elezioni presidenziali del 2019 in Slovacchia sono state vinte, al ballottaggio, dalla candidata anti-corruzione Zuzana Čaputová, del partito Slovacchia Progressista (Progresívne Slovensko o PS), partito social-liberale, progressista ed europeista, istituito nel 2017 in seguito alle proteste della società civile per l’assassinio del giornalista Jan Kuciak, che indagava sui malaffari di alcuni imprenditori vicini all’esecutivo. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale, Slovacchia | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Slovakia. Presidential elections 2019

The Lithuanian Seimas approved constitutional and legislative reforms that introduce individual petition to the Constitutional Court and mitigate life imprisonment to adapt the country to the ECHR system

La recente revisione costituzionale e la riforma della legge penitenziaria, approvate il 21 marzo 2019, introducono il ricorso individuale alla Corte Costituzionale e modificano la pena detentiva dell’ergastolo, allineando la Lituania al sistema CEDU.

di Laura Alessandra Nocera*

Il 21 marzo 2019, il Seimas, ossia il parlamento monocamerale lituano, ha approvato un complesso pacchetto di riforme. Si tratta di una revisione costituzionale, abbinata alla riforma della normativa di correzione penale, il cui obiettivo si è tradotto, in ogni caso, nella volontà di allineare la Lituania al sistema di tutela dei diritti umani della CEDU.  Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali, EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Giurisprudenza della Corte EDU, Lituania | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su The Lithuanian Seimas approved constitutional and legislative reforms that introduce individual petition to the Constitutional Court and mitigate life imprisonment to adapt the country to the ECHR system

Justicia, Tierra y Libertad

Presentazione della Mostra Fotografica sul Chiapas, martedì 9 aprile alle ore 16,30, presso la Sala Lauree della Facoltà di Scienze Politiche, Sconomiche e Sociali, Università degli Studi di Milano (via Conservatorio 7, Milano). Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, EVENTI, Messico | Commenti disabilitati su Justicia, Tierra y Libertad

IL PARTITO POPOLARE EUROPEO SOSPENDE IL FIDESZ. ORBÁN SI AUTOSOSPENDE

di Cristiano Preiner

Last week the European People’s Party political assembly decided to suspend with immediate effect the membership of the Hungarian conservative party FIDESZ following the proposal of 13 member parties. According to those parties the recent political behaviour of FIDESZ failed in fulfilling the principles and values the People’s Party embodies. Prime Minister Viktor Orbán, who voluntarily agreed to suspend the participation of FIDESZ int the EPP, called the result “a good decision”. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Ungheria | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su IL PARTITO POPOLARE EUROPEO SOSPENDE IL FIDESZ. ORBÁN SI AUTOSOSPENDE

Moldova. The Parliamentary Elections and the referendum of 24th Febraury 2019.

Moldova. Le elezioni parlamentari e il referendum consultivo del 24 febbraio 2019.

di Radu Mirza

  1. Introduzione.

Il 24 febbraio 2019 gli elettori della Repubblica di Moldova sono statati chiamati ad eleggere i centouno deputati del Parlamento, l’organo rappresentativo supremo e l’unica autorità legislativa dello Stato secondo l’art. 60 della Costituzione[1], e contemporaneamente ad esprimersi con referendum consultivo sulla possibilità di ridurre il numero dei parlamentari da centouno a sessantuno e sulla possibilità di revocare i parlamentari che non adempiano in modo adeguato ai loro doveri. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Moldavia, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Moldova. The Parliamentary Elections and the referendum of 24th Febraury 2019.

The national homogeneity between neoliberal multiculturalism and the return of the extreme right in Chile

L’omogeneità nazionale tra il multiculturalismo neoliberale e il ritorno dell’estrema destra in Cile.

di Laura Abbruzzese[*]

Lo scorso 14 novembre un giovane mapuche di 24 anni, Camilo Catrillanca, è stato ucciso in una comunità indigena a Sud del Cile; colpito alla nuca da un membro del cosiddetto “Comando Jungla”, ossia le forze speciali cilene addestrate tra Colombia e Stati Uniti e inviate in Cile per contrastare le sollevazioni indigene. Il giovane era disarmato, accompagnato da un minore di 15 anni, rimasto salvo per caso e successivamente detenuto illegittimamente. I due si trovavano nella comunità di Temucucui, provincia di Ercillia, regione dell’Araucanía, storicamente zona di conflitto tra il popolo mapuche, spodestato dalle sue terre di origine, e lo Stato cileno. Un conflitto antico, che risale alle fine del XIX secolo quando il governo centrale occupò manu militari quel territorio a Sud del fiume Bio Bio, relegando la popolazione indigena in piccoli lotti di terra comunitaria, successivamente divisi anche essi sul finire degli anni Venti del Novecento. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Cile | Contrassegnato | Commenti disabilitati su The national homogeneity between neoliberal multiculturalism and the return of the extreme right in Chile

Parliamentary elections in Armenia

Le elezioni parlamentari anticipate in Armenia

di Daniele Molteni

Il 9 dicembre 2018 si sono tenute le elezioni anticipate per il rinnovo dell’Assemblea Nazionale armena, le seconde elezioni parlamentari dopo l’importante riforma costituzionale del 2015[1] e le settime della storia del paese dal 1991, anno della sua indipendenza. Continua a leggere

Pubblicato in Armenia, EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Parliamentary elections in Armenia

The parliamentary elections in Moldova on 24th February 2019

Le elezioni in Moldavia del 24 febbraio 2019. 

di Fabio Salsa

Il 24 febbraio 2019 si sono tenute le elezioni per il rinnovo del Parlamento della Moldavia (Parlamentul Republicii Moldova) che rimarrà in carica per un mandato di quattro anni come previsto dall’articolo 63 della Costituzione. Per la prima volta i cittadini moldavi sono stati chiamati a votare con la nuova legge elettorale voluta fortemente da Vladimir Plahotniuc, leader del Partito Democratico. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Moldavia, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su The parliamentary elections in Moldova on 24th February 2019

What is the suspension from the Organization of American States?

Qual è il procedimento di sospensione/espulsione dall’Organizzazione degli Stati Americani e per quali motivi può essere disposto.

di Laura Alessandra Nocera*

L’Organizzazione degli Stati Americani

L’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), nota anche con l’acronimo spagnolo OEA da Organización de los Estados Americanos e con l’acronimo inglese OAS da Organization of American States, è un’organizzazione internazionale di carattere regionale che comprende attualmente 35 Stati del continente americano (oltre a 70 osservatori permanenti tra paesi esterni e organizzazioni internazionali, come l’Unione Europea). Sorta nel 1948 con la firma da parte di 21 paesi della Carta dell’Organizzazione degli Stati Americani o Carta democrática (in vigore dall’1 dicembre 1951), lo scopo principale dell’organizzazione è costituito dal dialogo politico multilaterale al fine di mantenere la pace, i valori democratici e il rispetto dei diritti umani nel continente. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Organizzazione degli Stati Americani | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su What is the suspension from the Organization of American States?

La rete della Statale per aiutare i cervelli in fuga dalle guerre

Ospitalità e borse di studio per docenti e ricercatori di paesi a rischio: alleanza con altri 13 atenei italiani.

Condividiamo l’intervista, pubblicata sul numero di domenica 24 febbraio de La Repubblica – Milano, alla prof.ssa Angela Di Gregorio, ordinario di Diritto Costituzionale Comparato presso il Dipartimento di Studi Internazionali, Giuridici e Storico-Politici dell’Università degli Studi di Milano e responsabile d’ateneo per il progetto “Scholar at risk“. Continua a leggere

Pubblicato in QUICK NEWS | Contrassegnato | Commenti disabilitati su La rete della Statale per aiutare i cervelli in fuga dalle guerre

The General Election in Bosnia and Herzegovina on 7th October 2018

Le elezioni generali in Bosnia-Erzegovina del  7 ottobre 2018

di Annibale Capozzoli

Lo scorso 7 ottobre si sono tenute le elezioni generali, per eleggere il nuovo parlamento e per nominare i nuovi membri dell’organo presidenziale, in Bosnia & Erzegovina. Il paese ha una forma di Stato federale sancita dagli accordi di pace di Dayton del 1995, che al suo interno prevede la suddivisione del territorio nazionale in due entità più un’unità amministrativa autonoma: Continua a leggere

Pubblicato in Bosnia, EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su The General Election in Bosnia and Herzegovina on 7th October 2018

Il 27 febbraio si apre la quarta udienza del processo contro il noto costituzionalista e deputato turco İbrahim Ö. KABOĞLU

Riceviamo e pubblichiamo con piacere la ricostruzione della vicenda che riguarda uno studioso di chiara fama vittima delle persecuzioni del regime turco contro gli intellettuali.

« Le procès d’un parlementaire, spécialiste de droit constitutionnel, constitue une violation manifeste de la constitution turque », un texte d’Ibrahim Kaboglu

Pubblicato in MEDIO ORIENTE, QUICK NEWS, Turchia | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Il 27 febbraio si apre la quarta udienza del processo contro il noto costituzionalista e deputato turco İbrahim Ö. KABOĞLU

Parliamentary and presidential elections in the Ukrainian Republic of Donetsk and Lugansk

Le elezioni del “Parlamento” e del “Presidente” nelle Repubbliche autoproclamate di Donetsk e Lugansk

di Melania Petruzza

Domenica 11 novembre 2018 si sono tenute nella Regione del Donbass nell’Ucraina Orientale le elezioni per la carica di “Capo di Stato” e per i rappresentanti del “Parlamento” nelle Repubbliche Popolari di Donetsk (Doneckaja Narodnaja Respublik – DNR) e Lugansk (Luganskaja Narodnaja Respublika LNR), occupate già da 4 anni da forze separatiste filorusse. Le due Repubbliche si erano autoproclamate indipendenti dall’Ucraina dopo il referendum popolare del 12 maggio del 2014, atto unilaterale non riconosciuto da Kiev, dalle organizzazioni internazionali quali l’ONU, l’OSCE e l’UE e dalla comunità internazionale. Secondo la legislazione vigente, infatti, solo una consultazione a livello nazionale può avere legittimità e apportare modifiche all’integrità territoriale. A tale aspetto si aggiunga anche l’assenza di un quorum prefissato per la validità del referendum, l’impiego di registri elettorali non ufficiali risalenti al 2012 e, in alcuni casi, addirittura al 2004, nonché il mancato monitoraggio del corretto svolgimento del voto da parte di osservatori internazionali. In un contesto di questo tipo, è inevitabile sospettare manipolazioni elettorali, brogli, voti multipli e considerare invalidi i risultati forniti dagli organizzatori locali: il 75% di affluenza nella Regione di Donetsk e l’81% in quella di Lugansk, con il 90% di voti espressi in favore dell’indipendenza dall’Ucraina. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio elettorale, Ucraina | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Parliamentary and presidential elections in the Ukrainian Republic of Donetsk and Lugansk

El Salvador. Presidential elections 2019

Le elezioni presidenziali in El Salvador.

di Christian Mosquera

Le elezioni presidenziali del 2019 in El Salvador sono state vinte, al primo turno, dal carismatico candidato Nayib Bukele, ex sindaco della capitale che dopo aver abbandonato il partito di sinistra Frente Farabundo Martí para la Liberación Nacional (FMLN), si è presentato alle elezioni sostenuto da una piccola formazione di destra la Gran Alianza por la Unidad Nacional (GANA). Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, El Salvador, Osservatorio elettorale | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su El Salvador. Presidential elections 2019

Moldova’s parliamentary elections: looking for a neutral position between Russia and the West

 

Le elezioni parlamentari in Moldavia: in cerca di una posizione neutrale tra la Russia e l’Occidente

di Fabio Salsa

Il 24 febbraio 2019, per la nona volta dalla dichiarazione di indipendenza del 1991, i cittadini della Repubblica di Moldavia saranno chiamati a rinnovare il parlamento (Parlamentul Republicii Moldova), l’organo rappresentativo supremo nonché unica autorità legislativa dello Stato come previsto dall’articolo 60 della Costituzione. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Moldavia, Osservatorio elettorale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Moldova’s parliamentary elections: looking for a neutral position between Russia and the West

Social Responsibility of Intellectuals in building counter-hegemonies

Keynote by Professor Issa Shivji at Launching of African Humanities Programme books, February 1, 2019, University of Dar es Salaam. Continua a leggere

Pubblicato in AFRICA, QUICK NEWS | Commenti disabilitati su Social Responsibility of Intellectuals in building counter-hegemonies

Bolsonaro: un Gennaio Rosso di proteste

Ieri è stato un giorno storico. Nelle città di varie parti del mondo, da San Paolo a New York, da Berlino a Montreal, si sono svolte manifestazioni contro le politiche anti-indigene del nuovo Presidente del Brasile Jair Bolsonaro. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Brasile, QUICK NEWS | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Bolsonaro: un Gennaio Rosso di proteste

Una aspuesta por que sean los Estados los que regulen las drogas, y no el narcotrafico

Notizie dal I Congresso Internazionale “Siglo XXI: cambio de paradigma en las politicas de drogas“, tenutosi il 22 e il 23 novembre presso l’Universidad Complutense de Madrid. Al congresso ha partecipato come relatrice la prof. Marzia Rosti, docente di Storia e Istituzioni dell’America latina presso il Dipartimento di Studi Internazionali, Giuridici e Storico-Politici, Università degli Studi di Milano.  Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, QUICK NEWS | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Una aspuesta por que sean los Estados los que regulen las drogas, y no el narcotrafico

The political implications of Asia Bibi’s Case

Le implicazioni politiche della sentenza sul caso Asia Bibi.

Di Matteo D’Avanzo

Il 31 ottobre 2018 la Corte Suprema pakistana ha assolto Asia Bibi dall’accusa di blasfemia, annullando la condanna a morte comminata dall’Alta Corte di Lahore, argomentando che il fatto non sussiste. La sentenza è stata immediatamente strumentalizzata da diversi gruppi politici e movimenti ed è emerso chiaramente nel dibattito pubblico come il caso di Asia Bibi unisca temi più ampi che riguardano la dottrina islamica, la tutela delle minoranze e, soprattutto, la dialettica politica. Continua a leggere

Pubblicato in ASIA, Pakistan | Contrassegnato | Commenti disabilitati su The political implications of Asia Bibi’s Case

ECHR Rulings in 2018

Le decisioni della Corte Europea dei Diritti Umani nel 2018. 

The European Court of Human Rights (ECHR) issued judgements on 1,014 cases last year. Nearly one-quarter of them were from Russia.  Continua a leggere

Pubblicato in Giurisprudenza della Corte EDU, giurisprudenza della Corte europea per i diritti umani, Giurisprudenziale, QUICK NEWS | Contrassegnato | Commenti disabilitati su ECHR Rulings in 2018

Perché la politica è nei dettagli e nella visione… in risposta alla polemica sulla “tassa coloniale” innescata dal Governo

di Cristiana Fiamingo*

Riproduciamo la versione originale dell’articolo di Cristiana Fiamingo (docente di Storia e istituzioni dell’Africa della Statale) pubblicato su «Africa ExPress» col titolo “Chiarezza e politica: la Francia, il franco africano e la politica affarista di Parigi”.  Continua a leggere

Pubblicato in AFRICA, QUICK NEWS, Unione Monetaria Africana | Commenti disabilitati su Perché la politica è nei dettagli e nella visione… in risposta alla polemica sulla “tassa coloniale” innescata dal Governo

Ecco perché il Venezuela è la nuova Cuba. 26 gennaio 2019: Intervista a Open di Marzia Rosti, in merito alla crisi venezuelana.

Per il testo pubblicato si rinvia al sito https://www.open.online/mondo/2019/01/26/news/ecco_perche_il_venezuela_e_la_nuova_cuba-122090/?fbclid=IwAR1mrblwBtWkNoHkgELX8TGpSj7zifb7cyd2L7qg6WvM3BoKeXKX8feAj2g, di seguito una versione leggermente rivista e corretta.

Ecco perché il Venezuela è la nuova Cuba

Cristian Cappelletti – 26/01/2019- 22:50

Russia da una parte e Stati Uniti dall’altra. La polarizzazione dopo la crisi venezuelana spiegata a Open da Marzia Rosti, docente di Storia e istituzioni dell’America Latina all’Università degli Studi di Milano.  Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, QUICK NEWS, Venezuela | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Ecco perché il Venezuela è la nuova Cuba. 26 gennaio 2019: Intervista a Open di Marzia Rosti, in merito alla crisi venezuelana.

News from the Venezuelan crisis: Maduro vs. Guaidò. An interview with Professor Marzia Rosti.

La professoressa Marzia Rosti, docente di Storia e Istituzioni dell’America latina presso l’Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici, interviene ai microfoni del giornale online Open sulla recente crisi venezuelana e sulle eventuali implicazioni politico-istituzionali.

Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Cronache costituzionali, QUICK NEWS, Venezuela | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su News from the Venezuelan crisis: Maduro vs. Guaidò. An interview with Professor Marzia Rosti.

Referendum of the 9th December 2018 in Peru partially approved the constitutional reforms

Il referendum del 9 dicembre 2018 in Perù approva parzialmente il pacchetto di revisione costituzionale in funzione anti-corruttiva

di Laura Alessandra Nocera

Il 9 dicembre 2018, si è svolto in Perù un referendum per l’approvazione di un “pacchetto” di leggi di revisione costituzionale approvato dal Parlamento monocamerale nei mesi di settembre e ottobre 2018.  Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Cronache costituzionali, Perù | Commenti disabilitati su Referendum of the 9th December 2018 in Peru partially approved the constitutional reforms

Bolsonaro and the indigenous peoples

Bolsonaro e i popoli indigeni

di Marzia Rosti

Fra le prime misure adottate da Jair Bolsonaro che ha assunto la presidenza del Brasile il 1° gennaio 2019 richiama l’attenzione la Medida Provisória n. 870, che ha trasferito la competenza di demarcare le terre indigene dalla Fundação Nacional do Indo (FUNAI) al Ministero dell’Agricoltura (art. 21, XIV e § 2, I-II), guidato da Tereza Cristina Corrêa da Costa Dias. La neo ministra, nota produttrice di soia, ingegnere agrario e deputata del Mato Grosso do Sul, è stata leader del blocco della Bancada Ruralista, cioè la potente lobby che rappresenta nel Congresso gli interessi dei proprietari agricoli, i quali – soprattutto negli ultimi anni – hanno fatto pressioni per un incremento delle aree destinate al pascolo delle mandrie e alla coltivazione intensiva della soia e sono spesso entrati in conflitto con gli indigeni per lo sfruttamento dei loro territori. La FUNAI, inoltre, non dipenderà più dal Ministero di Giustizia, ma dal Ministero delle Donne, della Famiglia e dei Diritti Umani, affidato a Damares Alvares, pastore evangelico e tra i fondatori della discussa ONG Atini (O Globo, 8 dicembre 2018; Folha de S. Paulo, 15 dicembre 2018). Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Brasile, Cronache costituzionali | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Bolsonaro and the indigenous peoples

Maduro sworn in for second term as President amid diplomatic tensions and economic crisis

L’insediamento di Maduro per il secondo mandato fra tensioni diplomatiche e crisi economica

di Marzia Rosti

Il 10 gennaio scorso Maduro ha assunto il suo secondo mandato presidenziale in una cerimonia ufficiale alla quale hanno assistito i rappresentanti dei pochi governi stranieri che può considerare ancora amici. Oltre a Cina, Russia e Turchia, a livello regionale infatti Maduro può contare solo sul sostegno del presidente boliviano, Evo Morales, del cubano, Miguel Díaz-Canel, e del nicaraguense, Daniel Ortega, cui si aggiunge il messicano Andrés Manuel López Obrador che, con una posizione ancora poco definita, insiste per la ricerca di una soluzione condivisa della crisi diplomatica ormai evidente. Non erano presenti invece i rappresentanti dell’Unione Europea, degli Stati Uniti e del Grupo de Lima1, in quanto le elezioni del 20 maggio 2018 che lo hanno consacrato vincitore sono state dichiarate illegittime dalla maggior parte della comunità internazionale, perché svoltesi senza la partecipazione dell’opposizione e di osservatori indipendenti2. Continua a leggere

Pubblicato in AMERICA LATINA, Cronache costituzionali, Venezuela | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Maduro sworn in for second term as President amid diplomatic tensions and economic crisis

A dual-factor analysis of Israel’s Government crisis

La crisi di governo israeliana: una breve analisi a due fattori.

di Deborah S. Iannotti

Il 26 Dicembre 2017 la Knesset ha votato per la fine anticipata della legislatura: i segretari dei cinque partiti della coalizione di governo, di concerto con il primo ministro Netanyahu, hanno presentato in seduta plenaria la mozione per la dissoluzione del Parlamento a tre anni e mezzo dalle ultime elezioni a seguito di una crisi di governo che ha visto due ministri chiave uscire dalla coalizione.

Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali, Israele, MEDIO ORIENTE | Contrassegnato | Commenti disabilitati su A dual-factor analysis of Israel’s Government crisis

Constitutional Development and National Identity in Russia: the vision of the Constitutional Court’s president Valeryj Zorkin.

Sviluppo costituzionale ed identità nazionale in Russia in vista dello scadere del quarto mandato presidenziale e della contrapposizione con la Corte di Strasburgo: la visione del presidente della Corte costituzionale.

di Angela Di Gregorio

Per quanto riguarda i più recenti sviluppi costituzionali in Russia, la situazione oscilla tra immobilismo costituzionale ed appelli a modifiche costituzionali “contenute”.

Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali, EUROPA CENTRO-ORIENTALE, RUSSIA | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Constitutional Development and National Identity in Russia: the vision of the Constitutional Court’s president Valeryj Zorkin.

Sri Lanka’s political and constitutional crisis

La crisi politica e costituzionale in Sri Lanka

di Matteo D’Avanzo         

Il 26 ottobre il Presidente della Repubblica dello Sri Lanka Maithripala Sirisena ha destituito il Primo Ministro Ranil Wickremesinghe, dando avvio a una crisi politica che ha fatto riemergere le rivalità e le difficoltà interne al Paese. Continua a leggere

Pubblicato in ASIA, Cronache costituzionali, Sri Lanka | Commenti disabilitati su Sri Lanka’s political and constitutional crisis

Un’altra Ungheria. a cura di Massimo Congiu, Recensione di Cristina Carpinelli (CeSPI)

Pubblicato su il Manifesto (sez. cultura), edizione del 28.12.2018, con il titolo: “Budapest, il difficile risveglio”.

Un’altra Ungheria (a cura di Massimo Congiu, Bonomo editore, 2018) è un libro che va letto. Continua a leggere

Pubblicato in EUROPA CENTRO-ORIENTALE, Osservatorio bibliografico, Ungheria | Commenti disabilitati su Un’altra Ungheria. a cura di Massimo Congiu, Recensione di Cristina Carpinelli (CeSPI)

In Libya few hopes for peace in a failed state

In Libya few hopes for peace in a failed state

In Libia remote speranze di pace in uno Stato fallito

di Lorenzo Barella[1]

Lo scorso 18 dicembre l’Ufficio dell’Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite e UNSMIL, la missione ONU in Libia, hanno rilasciato un rapporto dettagliato che documenta gli abusi subiti dai migranti in Libia.[1] Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali, LIBIA, MEDIO ORIENTE | Commenti disabilitati su In Libya few hopes for peace in a failed state